L’archeologo è un lavoro (quasi) come gli altri

È prevista neve a Trebisonda

Partiamo da un assunto, che è già ben esplicitato dal titolo: l’archeologo è un lavoro come gli altri.

Cosa vuol dire? Nulla più o di meno di quanto dice, ovvero che l’archeologia è una professione come qualsiasi altra nella nostra società.

L’archeologia non è una passionePer passione si fa altro. E’ un lavoro che si può avere la fortuna (o la sfortuna) di fare, dietro il quale c’è enorme sacrificio.
L’archeologia prevede un sapere teorico alla base che si acquisisce in un lungo lasso di tempo, come per ogni professionista. Vi sono studi ed esperienze, step da superare, risultati da ottenere, certificati da collezionare, ore di lavoro da fare. Sono le prerogative di una professione, e non di una passione, che invece si fa nel tempo libero, senza dar conto a nessuno, senza una precisa professionalità, senza alcun riconoscimento, senza guadagno. Io, ad esempio, per leggere i fumetti…

View original post 572 more words

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s